Fissato il massimale NASPI per il Ticket di licenziamento

A cura della Redazione

L’INPS, con il messaggio n. 531 del 7 febbraio 2024, ha reso noto che i datori di lavoro obbligati al versamento del c.d. ticket di licenziamento in relazione alle interruzioni dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato, intervenute nel corso del 2024, devono prendere come base di calcolo il massimale NASPI, rivalutato dalla Circolare n. 25/2024 e pari a 1.550,42 euro.

Si ricorda che criteri di calcolo del contributo predetto sono definiti dall’articolo 2, comma 31, della legge n. 92/2012, il quale stabilisce che il ticket di licenziamento è pari al 41 per cento del massimale mensile di NASpI per ogni dodici mesi di anzianità aziendale negli ultimi tre anni.

Per la determinazione dell’esatto importo dovuto, è necessario pertanto determinare l’anzianità lavorativa del lavoratore cessato, applicando le regole di computo esposte dalla circolare n. 40 del 19 marzo 2020, richiamate anche nella circolare n. 137 del 17 settembre 2021.

Riproduzione riservata ©